Archive | Grèce RSS feed for this section

In Grecia, un 1° maggio contro le banche

1 Mai

A Salonicco, seconda città del Paese, alcuni manifestanti hanno distrutto vetrine d’istituti finanziari durante la sfilata della festa del lavoro. Sarkozy e la Merkel riaffermano la volontà di « agire rapidamente » per aiutare il Paese.

Sono, per il momento, scontri limitati ma altamente simbolici. La polizia greca sabato ha lanciato lacrimogeni per respingere alcuni gruppi di giovani che se la prendevano con le vetrine di banche e negozi a Salonicco (nord) in margine alle sfilate del 1° maggio.

Circa 250 persone hanno vandalizzato con sbarre di ferro due distributori automatici, la vetrina di un negozio di elettronica e un’autovettura di lusso, secondo una fonte della polizia.

Circa 5.000 persone hanno manifestato in occasione del 1° maggio a Salonicco, la seconda città greca, suddivisi più o meno equamente fra i due cortei organizzati rispettivamente dal Fronte sindacale comunista Pame e le due grandi centrali sindacali nazionali del privato, GSEE, e del pubblico, Adedy.

In Francia, il ministro dell’Economia, Christine Lagarde, ha indicato l’ammontare totale del piano di sostegno alla Grecia. « L’FMI e la Commissione europea hanno parlato di una forchetta fra i 100 e i 120 miliardi di euro. È probabilmente all’interno di questa forchetta che si collocherà il piano », ha dichiarato alla fine di una riunione all’Eliseo, indicando che il piano di aiuti sarebbe su tre anni.

L’Eliseo ha inoltre indicato alla fine di questa riunione che Nicolas Sarkozy e la cancelliera tedesca Angela Merkel avevano riaffermato in mattinata, nel corso di un’intervista telefonica, la loro determinazione ad « agire rapidamente » per porre in essere il piano di sostegno.

(Fonte AFP)

Libération, le 1er mai 2010. Traduit par Extraduzione.